• Francesco Verdino

Arrampicare a impatto zero

E’ possibile fare un’uscita di arrampicata, totalmente a impatto zero, partendo da Milano?

Ero dubbioso.

Le falesie molto vicine a Milano non sono tante e noi siamo abituati ad usare la macchina per ogni spostamento.

La risposta però è si! E vi voglio raccontare come sia possibile!


di Francesco Verdino

Fotografie di Lorenzo Scarpellini


Una delle idee principali del Pro Team di The South Adventures è quella di portare avanti un approccio agli sport di montagna che riduca al massimo l’impatto ambientale delle attività che si vanno a svolgere.

In questo caso, volevamo trovare il modo migliore per fare un po’ di falesia senza usare l’automobile. Così siamo partiti in bici da Milano per dirigerci verso la falesia di Calusco D’Adda.

In questo momento di Covid 19, armati di distanziamento sociale e mascherine, è per fortuna consentito andare in bici ed arrampicare. Ovviamente nel rispetto totale delle regole.

L'itinerario più breve e veloce si sviluppa interamente su strada per circa 30 km da Milano. La nostra scelta invece è stata quella di seguire tutto il Naviglio della Martesana e poi la ciclovia dell’Adda, in modo da goderci pienamente l'uscita tra la natura e su percorsi esclusivamente ciclabili. Zaini carichi con tutto il necessario, incontro gli altri ragazzi del Team a Cernusco sul Naviglio, una decina di chilometri fuori Milano. Ognuno con il necessario per passare al meglio la giornata. Il nostro itinerario si allunga di molto rispetto al percorso su strada, portando il chilometraggio a una cinquantina di chilometri. Questo percorso in bici è però molto bello, privo di traffico e per lunghi tratti su strada sterrata, permette di godersi al massimo una giornata di bici. Siamo tutti allenati e nonostante il caldo, il fattore più problematico della giornata, raggiungiamo la falesia.




Ad attenderci a Calusco c’è Luca Pompele, altro membro del team, in compagnia di Serena, che arrampicheranno con noi tutta la giornata.

Come prima uscita totalmente green abbiamo pensato a Calusco d'Adda per la sua comodità e vicinanza a Milano. Abbiamo arrampicato tutto il giorno nel secondo settore dove ci sono dei gradi abbastanza facili, perfetti per non bruciarsi per il ritorno in bici. Si va da alcuni 4b fino al 6b. Una roccia molto particolare, diversissima rispetto a tante altre presenti in Lombardia. Una falesia ricca di prese piccole su cui lavorare bene. Per buona parte della giornata la parete rimane in ombra. Va al sole solo la parte finale dei tiri più duri. Io non ero mai stato in questo posto ed è stata una bella sorpresa.




Tutto è filato liscio. Ale, Luca e Serena si sono divertiti sui tiri più pepati. Io purtroppo a causa di una caduta in bici qualche giorno prima non ho potuto arrampicare. Poco male, mi sono goduto comunque un bel giro in bici.

Verso il tardo pomeriggio ognuno inizia a ritornare alle proprie abitazioni, seguendo la strada più veloce, dopo una divertente e lunga giornata in compagnia. Lorenzo, il fotografo, rientra a casa con quasi 80 km nelle gambe mentre Alessandro che vive ad Arese porta a casa addirittura 120 km totali.




Ritorniamo quindi alla domanda iniziale:


E’ possibile fare un’uscita di arrampicata, totalmente a impatto zero, partendo da Milano?

Avrete capito che è assolutamente possibile!

Sicuramente è più faticoso, ci vuole un pò di tempo e un minimo di allenamento. Ma ne vale la pena!

È un piccolo segno per fare qualcosa per il nostro pianeta. Un modo diverso per fare ciò che amiamo salvaguardando anche il futuro degli stessi luoghi in cui ci piace divertirtirci.

Un singolo gruppo di persone che decide di intraprendere un’uscita in questo modo non cambierà il mondo ma speriamo vivamente che anche altri decidano di seguire questa strada.

A mio avviso, ne vale assolutamente la pena. Infatti, con una giornata del genere non viene posta l’attenzione solo sull'arrampicata in falesia ma soprattutto sul viaggio e sul modo di portare a casa un uscita completa, avventurosa e a impatto zero partendo da casa.


Ne faremo altre? Stay tuned!



51 visualizzazioni0 commenti

©2020 di The South Adventures